Vai al contenuto principale

Le meraviglie Rione Sanità a Napoli raccontato da Silvio Perrella

Le meraviglie

Rione Sanità a Napoli raccontato da Silvio Perrella

Con lo scrittore Silvio Perrella attraversiamo il Rione Sanità partendo da Via Santa Teresa degli Scalzi - dove una lapide ricorda l'ultima dimora di Giacomo Leopardi che qui visse i suoi ultimi anni di vita - per arrivare alla Porta San Gennaro, l'antico ingresso nella città. Grazie alla scommessa sui ragazzi del quartiere di Don Antonio Loffredo, parroco della Basilica di S.Maria della Sanità, il "risanamento" della città di Napoli potrebbe partire proprio da qui: il Rione Sanità, dove nacque Totò e dove oggi si sperimenta un'idea di comunità che altrove si è perduta. Silvio Perrella è nato a Palermo nel 1959. Da molti anni ha scelto di vivere a Napoli. Tra i suoi libri Calvino (Laterza, 1999), In fondo al mondo (Mesogea, 2014) e Doppio scatto (Bompiani, 2015). L'aleph di Napoli, L'alfabeto del mare e Le ombre della Gaiola (ilfilodipartenope, 2013-2015) compongono la "trilogia degli amanti di città". Ha curato e introdotto il Meridiano Mondadori dedicato a Raffaele La Capria. Collabora con Il Mattino. Con Neri Pozza ha pubblicato Giùnapoli (2006), Fino a Salgareda (2015) Addii, fischi nel buio, cenni (2016) e, infine, Io ho paura (2018).

22 Feb 2020