Vai al contenuto principale
Tre soldi

2. L'asilo di Bauladu

E il cielo si riempì di stelle. Di Daniela Diurisi e Agostino Aresu | E' da poco scoccato mezzogiorno e le campane della chiesetta nei pressi del cimitero ne danno l'annuncio preciso. I bambini del paese, timidamente, escono allo scoperto e dal cimitero ci portano in via San Lorenzo. Lì c'è Elia, immobile, in groppa al suo cavallo sauro. E' lui a portarci nel cuore di questa seconda puntata indicandoci la casa di un certo Antonio – "Un signore" - dice - "Che abita all'interno di quello che era l'asilo di Bauladu." – Il racconto entra così all'interno di un'antica casa di pietra nuragica scura che fu l'asilo infantile del paese.

28 Dic 2021