Vai al contenuto principale

Zazà - Meridione cultura società Il sud del cuore

Zazà - Meridione cultura società

Il sud del cuore

Tra il 1895 e il 1923, Sigmund Freud visitò l'Italia decine di volte. Zazà racconta i suoi soggiorni a Napoli, Sorrento, Palermo e Siracusa. Attraverso le testimonianze storiche più accreditate, daremo conto anche del viaggio verso la Grecia, lungo le coste pugliesi. Proponiamo alcune pagine di "Musica da Freud", la sonorizzazione realizzata dai pugliesi Kalàscima sulla base delle lettere che il fondatore della psicoanalisi inviò alla sua famiglia dall'Italia. Coi suoi viaggi, Freud realizzò desideri coltivati fin dall'infanzia. Si mise in cammino nonostante la minaccia delle epidemie del tempo, dall'influenza spagnola al colera. Esperienze decisive di un percorso intellettuale epocale, come ci spiega Rosalba Galvagno, autrice di "I viaggi di Freud in Sicilia e in Magna Grecia" (Giuseppe Maimone Editore). Nella tradizione del "viaggio di formazione", insieme a Goethe e a Nietzsche, Freud ha tracciato nuove rotte alla scoperta della classicità, sostengono il grecista Giulio Guidorizzi e l'antropologa Laura Marchetti. Secondo Giulia Disanto, docente di letteratura tedesca all'università del Salento, la contaminazione tra le diverse sensibilità europee è tuttora fertile. Da due anni viaggiare è diventato più complicato. Ripercorrere l'esperienza di "Freud viaggiatore" ci aiuta a riflettere sulle relazioni che stabiliamo con i luoghi: quelli della consuetudine, quelli del sogno, quelli della scoperta. Ce ne parla Paolo Inghilleri, autore di "I luoghi che curano" (Raffaello Cortina Editore).

19 Dic 2021