Vai al contenuto principale

Battiti w(holes)

Battiti

w(holes)

I pieni e i vuoti: le memorie d'infanzia di Sarah Aristidou e il neoclassicismo elettronico berlinese di Kaan Bulak; gli esperimenti pratici di Ale Hop e "l'esperienza ridotta del virtuale; i frammenti di un mondo antico e perduto e le evocazioni nostalgiche di Meitei (in foto); la trasparenza dell'immaginario e le fantasie esotiche di Nicolas Gaunin; il beat senza metro e le circonvoluzioni di Tyshawn Sorey e King Britt; il dualismo come principio creativo ed esistenziale e la musica di Aya; [Sadie Plant e l'idea dei buchi come luoghi di potenzialità e non di vuoto].

13 Gen 2022