Vai al contenuto principale

Qui comincia Joan Fontcuberta, "Il bacio di Giuda. Fotografia e verità" (Mimesis)

Qui comincia

Joan Fontcuberta, "Il bacio di Giuda. Fotografia e verità" (Mimesis)

Con Attilio Scarpellini. Regia di Ennio Speranza. Joan Fontcuberta, "Il bacio di Giuda. Fotografia e verità" (Mimesis): In un percorso di otto saggi critici sulla fotografia, scritti nel corso di una lunga esperienza professionale, Joan Fontcuberta riflette sulla creazione delle immagini e sulla cultura che le vorrebbe espressione della verità e prova dell'esistente. Ribellandosi alla credenza che il messaggio fotografico non necessita di essere interpretato in quanto, per natura, "evidente", Fontcuberta mette in dubbio l'idea di fotografia come specchio della realtà ed espressione della verità, e il ruolo stesso del fotografo, che, crudelmente, dell'anima di ciò che ritrae restituisce solo la forma esteriore. Proseguendo con esempi tratti da vari ambiti della cultura – tra cui letteratura, cinema, teatro –, l'autore sviluppa un parallelismo tra fotografia e scrittura e illustra i modi in cui l'immagine rappresenta, o, piuttosto, semplicemente attrae. Il bacio di Giuda è un classico della teoria della fotografia, già presente in bibliografia nei corsi universitari di comunicazione visiva.

24 Gen 2022