Vai al contenuto principale

Ossi di Seppia - Quello che ricordiamo 8. Sara Di Pietrantonio, un femminicidio

Ossi di Seppia - Quello che ricordiamo

8. Sara Di Pietrantonio, un femminicidio

È un sabato sera come tanti altri, Sara Di Pietrantonio ha 22 anni e sta tornando a casa, non sa che Vincenzo Paduano, il suo ex fidanzato, la sta pedinando. Il ragazzo cova un forte risentimento nei confronti di Sara, la perseguita, la minaccia, progetta di fargliela pagare per essere stato lasciato. Quel sabato, mentre Sara percorre Via della Magliana a Roma, viene speronata da un'altra auto ed è costretta a fermarsi al lato della strada. A speronarla è Vincenzo. Paduano sale in macchina con Sara, discutono, lui le versa addosso dell'alcol. La ragazza fugge verso la strada, cerca di chiedere aiuto ai passanti, nessuno si ferma. Vincenzo la raggiunge, la strangola per cinque interminabili minuti e le dà fuoco. Poi raggiunge la macchina di Sara e brucia anche quella. Ad arrivare per prima sul luogo di quell'inferno è Maurizia Quattrone, all'epoca in forze alla Squadra mobile di Roma. Una donna che indaga per cercare la verità sull'assassinio atroce di un'altra donna. Una storia per riflettere sul femminicidio e per celebrare il 25 novembre, la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

04 Feb 2022