Vai al contenuto principale

Radio3 Scienza L'invenzione della salute

Radio3 Scienza

L'invenzione della salute

La salute è un diritto universale. Eppure non viene esercitato universalmente: la disparità nell'accesso alle cure tra paesi occidentali e paesi in via di sviluppo è sotto gli occhi di tutti, così come i costi esorbitanti di alcune terapie. Inoltre, il nostro sistema farmacologico, con il riconoscimento della proprietà intellettuale in campo medico, richiede ancora un prezzo alto da pagare in termini di monopoli e di disuguaglianze. Ce ne siamo accorti con la pandemia da Covid-19 e la discussione che si è sviluppata attorno ai brevetti sui vaccini. Ma c'è anche un altro tasto dolente: l'enorme quantità di farmaci immessi sul mercato, con target ed efficacia equivalenti, hanno dietro anni di investimenti. E se un farmaco efficace per una data patologia ce l'abbiamo già, perché continuare a investire per trovare qualcosa di molto simile e non dirottare quei fondi su altri farmaci per altre malattie? È possibile ripensare il rapporto tra mercato e salute pubblica? E immaginare un futuro in cui tutti possano godere dei frutti della scienza e della tecnologia, senza sottostare alle logiche di mercato? Lo chiediamo a Silvio Garattini, presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano e autore di "Brevettare la salute? Una medicina senza mercato" (Il Mulino, 2022). Con Marco Motta

08 Mar 2022