Vai al contenuto principale

Zazà - Meridione cultura società La guerra dei giovani

Zazà - Meridione cultura società

La guerra dei giovani

"I connazionali vogliono fuggire, anche i miei genitori, ma non sanno come fare". Con queste parole è iniziata l'avventura di Svitlana Hryhorchuk, sindacalista ucraina che da molti anni vive in Italia, a Napoli, al confine tra Romania e Ucraina, dove in questi giorni è stata dopo un estenuante viaggio in auto per aiutare i genitori a scappare dal paese sotto assedio dell'esercito russo. Con la preziosa testimonianza di Svitlana si apre la nuova puntata di Zazà in onda domenica 6 marzo alle 15 sulle frequenza di Rai Radio3. È l'occasione per raccontare la presenza della comunità ucraina nel Sud Italia e in Campania (seconda regione italiana dopo la Lombardia per numero di ucraini nel nostro Paese), le loro prospettive con la guerra - che ricordiamo è per queste popolazioni iniziata già nel 2014 - e l'impatto su lavoro e giovani. Sempre i giovani sono al centro della restante puntata di Zazà. Con il libro del sociologo e accademico Isaia Sales, Teneri assassini (Marotta e Cafiero Editori), le ricerche antropologiche di Marzia Coronati, il Rapporto del Gruppo CRC "I diritti dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia" con Raffaella Milano, direttrice dei programmi Italia-Europa di Save The Children, l'intervista di Serena Schiffini ai responsabili del progetto teatrale Cada Die Teatro con i giovani in carcere. Goffredo Fofi dedica il suo ritratto per la rubrica Arcipelago Sud a Pietro Germi (seconda parte). Tornano le rubriche dedicate al racconto delle biografie migranti di Sandro Triulzi e Alessandra Cutolo e l'ultima puntata del documentario di Matteo Nocera dedicato alla figura di Angela Luce.

06 Mar 2022