Vai al contenuto principale

Radio3 Scienza Il trauma della guerra

Radio3 Scienza

Il trauma della guerra

Perdere improvvisamente la casa, il lavoro, le abitudini. Vedere amici e parenti in pericolo, feriti o uccisi. Trovarsi da un giorno all'altro in una dimensione di allarme costante in cui ogni certezza è sgretolata, spesso nella necessità di fuggire. Tutto questo accade alle migliaia di civili la cui vita è stata sconvolta dalla guerra tra Russia e Ucraina. Per non parlare di chi la guerra la fa: militari esperti o improvvisati, civili costretti a prendere le armi, magari per la prima volta, e a trasformarsi in soldati. Le conseguenze di questa guerra sulla salute mentale rischiano di durare ben oltre la fine del conflitto, cominciato dopo due anni di pandemia. E decine di migliaia di persone potrebbero accusare i sintomi delle sindromi da stress post-traumatico. Come si interviene in questi casi? E cosa si sta già facendo? Risponde da Kiev Concetta Feo, responsabile dei progetti di salute mentale di Medici Senza Frontiere Ucraina, al lavoro sul campo. Anche una volta espatriati e al sicuro, i profughi di guerra hanno bisogno di cure psicologiche, come ci racconta Maria Silvana Patti, ​psicoterapeuta, responsabile del servizio di psicotraumatologia dell'ARP di Milano. Al microfono Marco Motta

11 Apr 2022