Vai al contenuto principale

Tutta la città ne parla L'arte come protesta

Tutta la città ne parla

L'arte come protesta

Aprirà tra qualche giorno la 59esima edizione della Biennale Arte di Venezia di cui si è tanto parlato anche per l'assenza della Russia che si è ritirata per scelta degli artisti stessi e del curatore. Una scelta di protesta contro la guerra, una vicenda diversa dall'episodio della Scala di Milano o dalla famosa lezione su Dostoevskij di Paolo Nori, che riporta però l'attenzione sul rapporto tra arte e guerra. Come rapportarsi alle forme artistiche e espressive che devono essere sempre libere a fronte del conflitto che non accenna a fermarsi? Ne parliamo con Paolo Lughi, capo ufficio stampa della Biennale d'Arte di Venezia; Massimiliano Tonelli, giornalista, direttore di ArTribune; Stefania Zuliani, critica d'arte, insegna Storia e teoria del museo contemporaneo all'Università di Salerno; Andrea Penna, conduttore di Radio3 Suite; Gianluigi Ricuperati, scrittore, curatore con Lidiya Liberman del Padiglione dell'Ucraina all'Esposizione Internazionale della Triennale di Milano 2022.

20 Apr 2022