Vai al contenuto principale

A chi tocca Passata la festa della mamma, ma le mamme non se la passano bene. Il Family Act del governo

A chi tocca

Passata la festa della mamma, ma le mamme non se la passano bene. Il Family Act del governo

Il 42,6% delle mamme tra i 25 e i 54 anni non è occupata e il 39,2% con 2 o più figli minori è in contratto part-time. Solo poco più di 1 contratto a tempo indeterminato su 10 attivato è a favore delle donne nel primo semestre 2021. Nel solo 2020 sono state più di 30mila le donne con figli che hanno rassegnato le dimissioni. Per il settimo anno consecutivo, Save The Children diffonde il rapporto "Le Equilibriste. La maternità in Italia 2022" con i valori delle regioni italiane dove essere madri è più o meno semplice, con il Nord in cima e il Sud, seppure in basso nella classifica, ma in ripresa nei servizi alla prima infanzia. È questo il "quadro critico" quello che emerge dalla ricerca di Save the Children, che riguarda circa 6 milioni di madri "equilibriste" che si dividono tra vita familiare e lavorativa, spesso senza supporto e con un carico di cura, aggravato dalla pandemia. Anche la ripresa economica dello scorso anno è stata caratterizzata "da ingiustizie di genere": delle 267.775 trasformazioni contrattuali a tempo indeterminato del primo semestre 2021, solo il 38% riguarda donne. Ma intanto sul fronte politico e governativo qualcosa si muove: è arrivato il Family Act. Capiamo meglio in cosa consiste. Ne parliamo con Antonella Inverno, Responsabile Politiche infanzia e adolescenzadi Save the Children e con: Filippo Granati, Presidente di Assomamme e con: Maria Chiara Gadda, Deputata di Italia Viva

09 Mag 2022