Vai al contenuto principale

Fahrenheit Paolo Miorandi, Nannetti. La polvere delle parole, Exorma

Fahrenheit

Paolo Miorandi, Nannetti. La polvere delle parole, Exorma

Oreste Fernando Nannetti «era una di quelle cose per cui non c'è posto al mondo», uno tra le migliaia di uomini e donne senza voce internati nell'istituto psichiatrico. Aldo Trafeli, che al manicomio lavora come infermiere, si accorge che giorno dopo giorno Nannetti sta trasformando il muro del padiglione Ferri in un immenso libro. Incide con la fibbia del panciotto parole a prima vista indecifrabili e disegni. Aldo è il solo che presta attenzione alla sua voce, poi nel corso degli anni copia e trascrive il graffito, mentre il muro a poco a poco si sbriciola e le parole tornano a essere polvere, pagine strappate da un quaderno di sabbia e calce.

12 Mag 2022