Vai al contenuto principale

Qui comincia Canova Ebe (Musei Civici di Bassano del Grappa)

Qui comincia

Canova Ebe (Musei Civici di Bassano del Grappa)

Con Anna Menichetti. Regia e scelte musicali di Ennio Speranza | Canova Ebe (Bassano del Grappa, Musei Civici, dal 4 dicembre 2021 al 30 maggio 2022) | Ebe, simbolo dell'eterna giovinezza, coppiera degli Dei, è risorta dalle ceneri. O più correttamente dai frammenti che, all'indomani del bombardamento alleato su Bassano del 24 aprile 1945, vennero raccolti come reliquie. Reliquie di un gesso tra i più belli e affascinanti tra quelli realizzati dal celebre scultore di Possagno. Questi frammenti sono rimasti nei depositi dei Musei Civici per più di 70 anni, abbandonati all'oblio perché la loro ricomposizione è stata a lungo ritenuta impossibile. Poi, la messa a punto di nuove tecnologie applicate al restauro ha permesso alla mitica Ebe di Bassano del Grappa di ritrovare la sua forma e la sua grazia. A ridarle vita ha provveduto un innovativo intervento conservativo, interamente finanziato dal Rotary Bassano e dal Rotary Asolo Pedemontana del Grappa. All'impresa hanno collaborato anche il Comune e i Musei San Domenico di Forlì, proprietario della versione marmorea di Ebe cui il gesso bassanese è collegato. La mostra e la pubblicazione che l'accompagna – che, oltre alla collaborazione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, vede il contributo di autorevoli studiosi e dei curatori dei musei che conservano le molteplici versioni della popolare opera canoviana – intendono così celebrare la restituzione di questa importante testimonianza artistica alla pubblica fruizione.

08 Mag 2022