Vai al contenuto principale

Radio3 Scienza Un genio di nome Bepi

Radio3 Scienza

Un genio di nome Bepi

Sapeva guardare più lontano di altri. Con le sue felici intuizioni e la sua robusta preparazione in meccanica celeste, l'astronomo e ingegnere padovano Giuseppe Colombo (1920-1984), Bepi per gli amici, ha dato contributi rilevantissimi all'esplorazione del sistema solare. Fu tra i pianificatori dei sorvoli multipli di Mercurio da parte della sonda della NASA Mariner 10, avvenuti tra il 1974 e il 1975. Lavorò al lancio della sonda Giotto dell'ESA, che nel 1986 incontrò la cometa di Halley. Contribuì allo sviluppo del Tethered, il satellite al guinzaglio che fu sperimentato nell'era degli Shuttle. L'elenco dei suoi avveniristici progetti spaziali sarebbe molto lungo, dice il giornalista scientifico Giovanni Caprara, autore di due saggi su Bepi Colombo e tra i coordinatori di un convegno sullo scienziato padovano in corso all'Archivio Antico di Palazzo Bo. E stasera, sempre a Padova, nella cornice di Palazzo Liviano, andrà in scena uno spettacolo teatrale intitolato "Bepi Colombo. Il pescatore di stelle", messo in scena dalla Compagnia Popolare d'Arte con la regìa di Gianfranco Pedullà. Il convegno e lo spettacolo teatrale sono due dei tanti eventi che in queste settimane punteggiano le celebrazioni degli 800 anni di vita dell'Ateneo patavino. Al microfono Paolo Conte.

06 Mag 2022