Vai al contenuto principale

Lo stato parallelo 4. Un passo indietro: dal '68 a Michele Sindona

Lo stato parallelo

4. Un passo indietro: dal '68 a Michele Sindona

Nella ricostruzione del contesto del ritrovamento delle carte della P2 arriviamo al '68, alla contestazione dei valori tradizionali, delle istituzioni, alla ricerca dell'indipendenza, della libertà, dell'autonomia: il processo di adeguamento delle leggi alla Costituzione comincia ad essere sostanzioso, ma ogni passo che si compie in quel senso ha il controcanto delle azioni di resistenza delle forze conservative. E allora esplodono le bombe in Piazza Fontana, a Peteano, a Brescia, sull'Italicus, per finire poi con la strage di Bologna, dando atto a quella che è stata chiamata la strategia della tensione. Come ulteriore conseguenza nasce il terrorismo rosso che insanguina l'Italia a cominciare dall'omicidio di Annarumma fino a culminare con l'agguato di via Fani e l'omicidio Moro, un assassinio che eliminava uno scomodo nemico per chi desiderava mantenere lo status quo. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound I testi e la voce principale sono di Gherardo Colombo La seconda voce è di Marcello Moronesi La supervisione editoriale è di Silvia Di Pietro e Veronica Scazzosi.

10 Ott 2022