Vai al contenuto principale

Qui comincia "Lazarillo de Tormes" (Besa Muci)

Qui comincia

"Lazarillo de Tormes" (Besa Muci)

Con Attilio Scarpellini. Scelte musicali. Ennio Speranza. Regia di Francesco Mandica | "Lazarillo de Tormes", trad. di Vittorio Bodini (Besa Muci) | Fotografia della crisi economica e dei disagi sociali della Spagna di Carlo V, "Lazarillo de Tormes" ha dato il via alla tradizione dei romanzi picareschi. Il giovane Lazarillo è un vagabondo che si serve di mille espedienti per procurarsi da vivere; sempre in viaggio, sempre amato, non disdegna di servirsi di mezzi illeciti pur di tirare avanti. Presta i suoi servizi a un cieco, a uno scudiero, a un frate che commercia bolle papali, a un pittore di strada, alla fine a un arciprete, per il quale fa il banditore di vini. Sagace satira della società del tempo, quest'opera è uno dei testi fondamentali della letteratura spagnola.

02 Dic 2022