Vai al contenuto principale

Qui comincia Joyce Carol Oates, "Notte al neon" (Carbonio)

Qui comincia

Joyce Carol Oates, "Notte al neon" (Carbonio)

Con Arturo Stalteri. Scelte musicali e regia di Federico Vizzaccaro | Joyce Carol Oates, "Notte al neon", traduzione di Claudia Durastanti (Carbonio) | Detroit, città fantasma, dove le automobili nel traffico escono lente dalla città come zombie; foglie d'autunno sparse sulla strada, un neon blu al tramonto, che avvolge di una luce soffusa una periferia desolata, i sensi allertati, l'ombra della morte che non sbiadisce mai, mani che si sfiorano, sorrisi nervosi, codardi. In questa America terra di spettri evanescenti, dove non ci si conosce ma ci si riconosce, una donna cerca disperatamente la strada di casa, un predatore è a caccia della sua vittima, un artista vaga in cerca di un soggetto, un'assassina piena di rancore ripercorre un passato mai dimenticato... Nella vibrante traduzione di Claudia Durastanti, Carbonio presenta nove racconti di suspense elettrizzanti e stranianti: storie di psiche spinte al limite che mostrano la magistrale capacità narrativa di una scrittrice divenuta ormai un'icona letteraria. Un'esplorazione brutalmente onesta dell'identità americana che coinvolge criminali e assassini, gente incasellata in una vita banale, donne esasperate e anime smarrite.

23 Mar 2023