Vai al contenuto principale

Qui comincia Wilhelm von Lenz, "Il pianoforte e i suoi virtuosi" (Sellerio)

Qui comincia

Wilhelm von Lenz, "Il pianoforte e i suoi virtuosi" (Sellerio)

Con Anna Menichetti. Scelte musicali e regia di Ennio Speranza | Wilhelm von Lenz, "Il pianoforte e i suoi virtuosi. Liszt, Chopin, Tausig, Henselt", a cura di Anna Rastelli, (Sellerio editore Palermo) | Wilhelm von Lenz (1809-1883) nacque a Riga da nobile famiglia di lingua tedesca. Diplomatico e cosmopolita, musicista da camera e umanista imbevuto di filosofia romantica, familiare dei più raffinati salotti colti d'Europa dove fu amico di Balzac, Hugo, G. Sand, Bettina Brentano e le loro cerchie, esempio vivente di intellettuale romantico, musicologo originale, il suo "Beethoven e i suoi tre stili" costituisce una svolta nella letteratura musicale romantica e nella cultura del grande genio compositore e pianistico. Lenz scrisse questo libro, qui pubblicato col titolo "Il pianista e i suoi virtuosi" - ritratti di grandi pianisti compresi tra il saggio critica musicale, la memoria biografica e la letteratura d'ambiente - a celebrare, appena terminata, la grande rivoluzione dell'irrompere del piano sulla ribalta musicale e la breve meteora dei grandi virtuosi-compositori, alla Liszt, alla Mendelssohn, alla Chopin, alla Berlioz, che gli furono amici personali, alla Schumann, alla Brahms.

18 Giu 2023