Vai al contenuto principale

Qui comincia Carla Cerati, "La classe è morta" (Mimesis)

Qui comincia

Carla Cerati, "La classe è morta" (Mimesis)

Con Attilio Scarpellini. Scelte musicali di Federico Vizzaccaro. Regia di Luigi Iavarone | Carla Cerati, "La classe è morta. Storia di un'evidenza negata", a cura di Pietro Barbetta, prefazione di John Foot, postfazione di Silvia Mazzucchelli (Mimesis) | "Morire di classe" uscì nel 1969. Era un libro curato da Franco e Franca Basaglia, un volume d'immagini e commenti, di denuncia e speranze. Speranze che le cose potessero cambiare, che la giustizia entrasse nelle mura della salute mentale e i pazienti fossero trattati con dignità. L'impresa è riuscita? Sono scomparse, si sono rarefatte, immagini di quel tipo, oppure si sono trasferite sul territorio, fuori le mura, dentro altre mura invisibili, fatte di molecole ad alto dosaggio e di fasce pendenti dai lettini? Questo volume, a partire dalle storiche immagini di "Morire di classe" di Carla Cerati, prova a riattualizzare il tema dell'universo concentrazionario manicomiale, rinchiuso in ospedale, nella forma di trattamento sanitario obbligatorio, nei reparti di osservazione psichiatrica nelle carceri.

18 Lug 2023