Vai al contenuto principale

Qui comincia Tolstoj padre e figlio, due libri sulla pace (Mattioli 1885 e Besa muci)

Qui comincia

Tolstoj padre e figlio, due libri sulla pace (Mattioli 1885 e Besa muci)

Con Anna Menichetti. Scelte musicali di Ennio Speranza. Regia di Francesco Mandica | Lev Nikolàevič Tolstòj, "Patriottismo o pace?", a cura di Verdiana Neglia, prefazione di Paolo Nori (Mattioli 1885) || Lev L'vovič Tolstòj, "L'abolizione delle guerre e l'edificazione della pace. Studio sull'origine della guerra e sui modi per abolirla", trad. di Rosa Cetro (Besa muci) | In questo volume sono raccolti due articoli e una lettera, tre dei testi meno noti ma sorprendentemente attuali di Tolstòj. In Ravvedetevi!, scritto nel 1904 in seguito allo scoppio del conflitto russo-giapponese, Tolstòj dichiara come il governo, con il pretesto del patriottismo, diffonda odio verso altre nazionalità. In Le due guerre, del 1898, l'autore si concentra sul conflitto ispano-americano e invita il lettore a portare avanti un'incruenta "guerra contro la guerra". Chiude la raccolta Patriottismo o pace?, del 1896: rispondendo al giornalista britannico J. Manson, lo scrittore commenta la crisi venezuelana del 1895. Un'esortazione ad aprire gli occhi sul pericolo di nuovi e sempre più sanguinosi conflitti. Ricredersi, convertirsi, a questo invita con decisione Tolstòj. || Saggio inedito, redatto in francese presumibilmente tra gli anni Trenta e l'inizio degli anni Quaranta del Novecento, dal figlio del celebre scrittore e pensatore russo Lev Nikolaevič Tolstoj. L'autore approfondisce le cause della guerra, individuando nell'azione morale l'unica premessa in grado di instaurare una pace duratura. Il saggio venne inviato a Mussolini nel maggio del 1942, accompagnato da una lettera in cui l'autore manifestava il desiderio di trovare un editore disposto a pubblicarlo in Italia, ma la richiesta dell'allora settantatreenne Tolstoj non fu soddisfatta. Un'opera di estremo interesse, non solo per la tragica attualità dei temi trattati, ma anche perché rappresenta un dialogo costante con le idee di Tolstoj padre e, in particolare, con la sua filosofia della non-violenza.

22 Set 2023