Vai al contenuto principale

Qui comincia Meg Howrey, "Ti ameranno" (Atlantide)

Qui comincia

Meg Howrey, "Ti ameranno" (Atlantide)

Con Arturo Stalteri. Scelte musicali e regia di Federico Vizzaccaro | Meg Howrey, "Ti ameranno", trad. di Clara Nubile (Atlantide) | Carlisle Martin è cresciuta immersa nella danza classica. Figlia di due celebri ballerini, Robert e Isabel, fin da piccola non ha conosciuto che quella devozione e quella fatica, il sudore alla sbarra, il profumo dei vestiti di scena, il dolore delle punte. Soprattutto ha imparato il controllo, sul suo corpo, sui suoi pensieri, sulle sue emozioni. Diventata grande in fretta e troppo alta per avere successo come danzatrice, negli anni ha perseguito una carriera da coreografa di spettacoli sperimentali. Quando, dopo molto tempo che non ha contatti con il padre, riceve la telefonata di James, adorato compagno di lui dopo la separazione da Isabel, scopre che Robert sta morendo. É il momento per lei di fare i conti con il proprio passato e con quello che è successo tra loro, di tornare forse a Bank Street, nella casa che è stata il sogno della sua adolescenza, quando tutto era ancora possibile e James e suo padre erano il simbolo della vita che desiderava. Meg Howrey scrive un romanzo sul mondo della danza classica e sul rapporto tra un padre e una figlia, illuminando di volta in volta i suoi protagonisti di una luce che permette loro di essere finalmente visti e amati per ciò che sono davvero.

19 Ott 2023