Vai al contenuto principale

Singapore - Futuro anteriore 1. Simple future

Singapore - Futuro anteriore

1. Simple future

Da una parte la mappa virtuale della città, aggiornata in tempo reale grazie all'infinita rete di sensori che avvolge semafori, videocamere e infrastrutture, ma anche cellulari e orologi intelligenti dei cittadini. Dall'altra una serie di app che concentrano migliaia di servizi pubblici e privati, tutti disponibili all'istante. Con la prima gli amministratori riescono a fare due cose: primo, automatizzare in tempo reale servizi alla cittadinanza (ad esempio, deviare il traffico o aumentare le tariffe per la circolazione in caso di ingorghi, aggiungere vagoni alla metro, allungare la durata dei passaggi pedonali se gli algoritmi riconoscono la presenza di anziani o persone con disabilità); secondo, pronosticare eventi avversi e programmare scelte urbanistiche favorevoli (come scegliere la posa di un edificio in una zona dove c'è più circolo d'aria o ridurre le perdite idriche al 2 per cento, contro il 45 per cento della media italiana). Con le app, poi, a cominciare dall'indispensabile SingPass, si può accedere con un clic a documenti personali, fascicoli sanitari, fondi pensione, conti correnti, assicurazioni, oltre a segnalare disservizi e gestire la propria mobilità urbana. La privacy dei cittadini? Il grosso delle applicazioni sono anonimizzate e, in ogni caso, per la quasi totalità dei singaporiani prevale il vantaggio dell'efficienza. Con le interviste Davide Lomanto (cardiochirurgo di fama mondiale), Roberto Fabbri e Michele Ferrario (imprenditori), Beatrice Cassottana e Alberto Costa (ricercatori universitari a Singapore), oltre a scienziati e amministratori locali. Un podcast di Massimo Cerofolini, con l'audio di Monica Gambino e la regia di Leonardo Patanè.

28 Nov 2023