Vai al contenuto principale

Qui comincia Alessandro Masi, "Vita maledetta di Benvenuto Cellini" (Neri Pozza)

Qui comincia

Alessandro Masi, "Vita maledetta di Benvenuto Cellini" (Neri Pozza)

Con Anna Menichetti. Scelte musicali e regia di Ennio Speranza | Alessandro Masi, "Vita maledetta di Benvenuto Cellini" (Neri Pozza) | Scultore, orafo, musico e scrittore, autore di una delle più celebri e avvincenti autobiografie della storia dell'arte, Benvenuto Cellini rappresenta il volto più controverso e sofferto di tutto il Rinascimento. Forse più ancora di quella di Caravaggio, la sua esistenza è stata segnata dalla violenza, dal crimine e dalla provocazione, ricca di colpi di scena, di avventure e leggendari cimenti. Il protagonista di questo racconto è capace di grandi imprese e di atti eroici, come la coraggiosa difesa di Roma dalle mura di Castel Sant'Angelo durante il Sacco del 1527, ma anche di memorabili scontri con i pontefici Clemente vii e Paolo iii, che pur non risparmiando riconoscimenti al suo genio artistico, gli procurarono sofferenze e delusioni. Incarcerato nelle segrete della Mole Adriana e liberato grazie all'intervento del re di Francia, Benvenuto Cellini conobbe onori e gloria con la realizzazione di capolavori come la Saliera di Francesco i, oggi nel Kunsthistorisches Museum di Vienna, o, successivamente, con la straordinaria impresa della fusione in bronzo del Perseo, realizzato a Firenze per il duca Cosimo I.

19 Dic 2023