Vai al contenuto principale

Anatomia di una strage 2. Le vittime: i corpi e i nomi

Anatomia di una strage

2. Le vittime: i corpi e i nomi

I nazisti per mantenere nascosto l'eccidio fanno saltare in aria le volte delle gallerie delle Fosse Ardeatine, sigillando ogni ingresso. Ma l'orrore si scoprirà lo stesso. I familiari delle vittime, dopo la liberazione di Roma, otterranno che i corpi dei propri cari vengano esumati e riconosciuti. L'equipe guidata dal medico Attilio Ascarelli darà un nome e una tomba a circa 300 persone. Ma ancora oggi la strage ha delle vittime ignote. Il riconoscimento inaspettato di alcune di loro è stato possibile grazie al tenace lavoro di un gruppo di studiosi, che prosegue tuttora, con scenari aperti.

24 Mar 2024