Vai al contenuto principale

Ad alta voce La coscienza di Zeno

Ad alta voce

La coscienza di Zeno

Massimo De Francovich legge "La coscienza di Zeno di Italo Svevo", adattamento in 25 puntate di Lorenzo Pavolini, regia di Luigi Iavarone - "Troppe probabilità di malattia vi sono per te, perché non tutti i tuoi minuti possono essere puri". Le ironiche confessioni delle inattitudini di Zeno Cosini, nello sceglier moglie come nel barcamenarsi tra matrimonio e amante, amicizia e commercio, perdita del padre e ultima sigaretta sono uno dei caposaldi letterari del Novecento. Un romanzo che apre il secolo della psicanalisi sotto il segno di quella "malattia" che impedisce di identificarsi con il mondo concreto, ma senza complessi di inferiorità, anzi ribaltando il rapporto tra sanità e malattia, in una prospettiva che vede l'inetto aperto agli sviluppi del mondo quanto "il normale" chiuso nella sua condizione di immutabilità, e che in una rilettura alla luce della natura virale della pandemia odierna si può sostenere che lo chiuda definitivamente. Massimo De Francovich ha portato in scena sette commedie di Italo Svevo, alcune fino ad allora sconosciute, e uno spettacolo da lui elaborato a partire dall'epistolario dell'autore e intitolato Caro bon bon. Ad alta voce è a cura di Fabiana Carobolante, Jacopo De Bertoldi, Lorenzo Pavolini e Chiara Valerio

Episodi