Vai al contenuto principale

Le meraviglie Cappelle, oratori, santuari e altri edifici religiosi

Le meraviglie

Cappelle, oratori, santuari e altri edifici religiosi

Cappelle, oratori, santuari e altri edifici religiosi italiani raccontati a Radio3 da scrittori, poeti, studiosi e artisti. Ascolta "Le meraviglie" di Radio3 in podcast >>

Episodi

21 Nov 2020

Battistero di Parma raccontato da Carlo Tosco

Con Carlo Tosco scopriamo il Battistero medievale di Parma che sorge sulla piazza accanto al Duomo e di fronte al Palazzo vescovile , progettato alla fine del XII secolo dall'architetto Benedetto Antelami. Carlo Tosco Architetto, è professore ordinario di Storia dell'Architettura al Politecnico di Torino e coordina il corso di laurea in "Progettazione delle aree verdi e del paesaggio". E' specializzato all' Università della Sorbona di Parigi, è stato direttore scientifico del Progetto Europeo Culture 2000: "The Holy Sepulchre Rotundas-European Itinerary", consulente storico per la candidatura UNESCO dei "Paesaggi vitivinicoli delle Langhe, Roero e Monferrato" e coordinatore delle indagini storiche per il progetto Europeo ALCOTRA Alpi Marittime-Mercantour. Ha pubblicato volumi e saggi sull'architettura del medioevo e sulla storia del paesaggio, tra i suoi lavori più recenti: Il castello, la casa, la chiesa. Architettura e società nel medioevo (Einaudi 2003); Il paesaggio come storia (Il Mulino 2006); Il paesaggio storico. Fonti e metodi di ricerca (Laterza 2009); Petrarca: città, paesaggi, architetture (Quodlibet 2011); I beni culturali. Storia, tutela e valorizzazione (Il Mulino 2014); L'architettura medievale in Italia (Il Mulino 2016); Le abbazie cistercensi (Il Mulino 2017); Storia dei giardini: dalla Bibbia al giardino all'italiana (Il Mulino 2018).
22 Dic 2018

Cappella Cornaro di Gian Lorenzo Bernini raccontata da Caterina Napoleone

A metà del seicento il cardinale Federico Cornaro commissiona a Gian Lorenzo Bernini un monumento straordinario volto ad illustrare il miracolo della trasverberazione di Santa Teresa d'Avila. Caterina Napoleone storica dell'arte ed esperta di marmi antichi ha partecipato al restauro della Cappella di Cornaro nel 1996 per conto della sopraintendenza, e in quella circostanza ha effettuato delle ricerche sulla storia del cantiere di Bernini. Un insieme ricco di marmi fa da cornice, in un movimento ascensionale, alla messa in scena spettacolare del miracolo; il 15 Ottobre il giorno di Santa Teresa d'Avila la scultura viene illuminata dalla luce del sole che grazie ad un sapiente calcolo, avvolge la statua della Santa. Per realizzare questo mirabile insieme Gian Lorenzo Bernini crea una nicchia che sfonda il muro della Chiesa per guadagnare spazio. Il racconto della storica dell'arte è arricchito dalle parole di Santa Teresa d'Avila: "Vedevo un angelo a me vicino, alla mia sinistra, in forma corporea. Non era alto, era piccolo, e molto bello, aveva il volto così illuminato che mi sembrava uno degli angeli delle schiere più alte, quelli che sembrano tutti bruciare" Caterina Napoleone ha curato diversi volumi tra i quali ricordiamo: Dionisiache. Le danze dal Parnaso a Nijinsky (scritto con Vittoria Ottolenghi) Editore Jouvence 2006, I Volti dell'Impero pubblicato per FMR 2011, Paolo Tommasi. Alla ricerca dell'armonia. Polistampa 2015, e Roberto Capucci. Spettacolo onirico pubblicato nel 2018. Ricordiamo anche il suo volume monumentale su Franco Zeffirelli Franco Zeffirelli: Complete Works - Theatre, Opera, Film per Thames & Hudson, 2010
14 Ott 2017

Cappella del Barolo raccontata da Marco Vacchetti

Con Marco Vacchetti andiamo nel cuore delle langhe piemontesi, tra la Morra e Barolo a scoprire La Cappella del Barolo. Costruita nel 1914 come riparo per chi lavorava nelle vigne circostanti in caso di temporali o grandinate, e mai consacrata, La Cappella di SS. Madonna delle Grazie fu acquistata dalla famiglia Ceretto nel 1970 assieme a 6 ettari del prestigioso vigneto di Brunate. Ridotta a rudere, dopo anni di abbandono, si è trasformata in uno degli edifici più noti del territorio grazie alla reinterpretazione che gli artisti Sol LeWitt e David Tremlett ne hanno dato nel 1999. La scintilla di follia creativa è scoppiata di fronte ad un bicchiere di Barolo e alla maestosità del paesaggio. Agli artisti è piaciuta subito l'idea di recuperare l'edificio in rovina e dopo essersi divisi equamente i compiti, all'inglese Tremlett le decorazioni interne, calde e serene, al newyorkese LeWitt l'intervento esterno, giocoso, vivace, gli hanno dato nuova vita.
24 Mar 2018

Cittadella monastica di Suor Orsola Benincasa a Napoli raccontata da Marino Niola

Con Marino Niola, antropologo della contemporaneità, percorriamo la cittadella monastica di Suor Orsola Benincasa, uno dei luoghi più ricchi di memorie e meraviglie di Napoli che fu costruita tra il 1620 e il 1628 sulla Collina di San Martino su espressa volontà di Suor Orsola che donò il complesso alla città, nonostante le pressioni contrarie della Chiesa.
04 Apr 2020

Oratori del Celio a Roma raccontati da Claudio Strinati

"Una mirabile struttura trinitaria" così definisce i tre Oratori del Celio a Roma lo storico dell'arte Claudio Strinati. Iniziamo la nostra passeggiata attraverso questi luoghi di accoglienza e magia nell'oratorio di Sant'Andrea dove il grande storico dell'arte ci parla del Cardinale oratoriano Cesare Baronio seguace di San Filippo Neri che diede il via al recupero di questa struttura. La conclusione dei lavori fu poi messa in opera dal Cardinale Scipione Caffarelli Borghese fondatore della omonima Galleria. Claudio Strinati ci illustra con rara intensità anche due straordinari affreschi uno del Domenichino l'altro di Guido Reni. Entriamo poi nell'Oratorio di Santa Barbara connesso in modo assoluto alle origini della cristianità: era qui dove San Gregorio accoglieva i poveri e i derelitti la sala è arricchita da un affresco di Antonio Viviani e da una scultura di Nicolas Cordier dalla sensibilità barocca. Chiudiamo la visita e la puntata nell'Oratorio dedicato a Santa Silvia madre del Papa Gregorio I.
10 Feb 2018

Oratori di Giacomo Serpotta a Palermo raccontati da Giorgio Vasta

Giacomo Serpotta, con le sue sculture mette in scena l'eterno presente della realtà palermitana, è lo scrittore Giorgio Vasta a farci viaggiare tra le pieghe del fantasmagorico barocco siciliano che incontriamo nel Rosario di San Domenico e di Santa Cita. I putti di gesso che ci guardano sospesi dalle pareti sembrano, con il loro vitalismo bacchico, con il loro profondo scetticismo dialogare con la contemporaneità. Giorgio Vasta è autore del romanzo Il tempo materiale (minimum fax, 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011, pubblicato in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra), Absolutely Nothing (2017), Spaesamento (Laterza, 2010), Presente (Einaudi,2012), ha collaborato al volume di Mario Schifano, America 1970.
25 Giu 2017

Oratorio del Gonfalone di Roma raccontato da Claudio Strinati

All'Oratorio del Gonfalone (in via della Scimia, tra il Lungotevere e Via Giulia), nel cuore di Roma, arriviamo con Claudio Strinati, che ci guida alla scoperta di questa meraviglia non così conosciuta – un vero e proprio approdo di quiete e di bellezza per chi ama l'arte e la musica. Abbiamo così occasione di fare davvero un'esperienza a tutto tondo, tra arte, storia, urbanistica e religione, a cominciare dalla descrizione degli affreschi nella vera e propria Sala del Gonfalone dove, per la prima volta nella storia dell'arte religiosa, venne illustrata la Via Crucis. Lo fecero pittori poco noti, e forse il più famoso è Federico Zuccari, che mette la data su uno degli affreschi: 1573, due anni dopo la battaglia di Lepanto, uno dei momenti di massimo scontro tra mondo islamico e cristiano. Non a caso, Strinati alcuni anni fa, con altri storici dell'arte appassionati di questo luogo, ha sostenuto che l'Oratorio potrebbe essere inteso come la La Cappella Sistina della Controriforma, perché quella è l'epoca in cui fu creato, e qui si respira lo spirito della Controriforma, vale a dire l'unità del popolo cristiano dopo la vittoriosa Battaglia di Lepanto, come se i pittori avessero voluto suggerire il concetto della concordia. Da grande appassionato anche di musica, Strinati ama molto frequentare questo luogo, che oggi è soprattutto una sala da concerti, con un'acustica formidabile, da anni residenza del Coro Polifonico Romano.
10 Nov 2019

Sacra di San Michele in Val di Susa raccontata da Carlo Pestelli

Siamo in Val di Susa, a 40 km da Torino e visitiamo con Carlo Pestelli la Sacra di San Michele, abbazia antichissima, costruita tra il 983 e il 987 sulla cima del Monte pirchiriano. E' un luogo ricco di fascino che ha ispirato Umberto Eco ne il Nome della rosa. Seguendo il percorso di Pestelli ammiriamo il panorama mozzafiato sulla Val Susa, scopriamo le tombe della famiglia reale dei Savoia e la leggendaria Torre della Bell'Alda. Carlo Pestelli vive e lavora a Torino dove si occupa di musica e di insegnamento. Del 2009 il lavoro discografico: Un'ora d'aria (ed. block nota) e del 2013 Da quando conosco te (premio Giacosa 2014). Negli ultimi anni ha tenuto una rubrica fissa per il settimanale TorinoSette, ha firmato traduzioni dallo spagnolo e dal francese, ha collaborato a Radio3 e ha scritto testi per il teatro Stabile di Torino. Ideatore della rassegna concertistica MusiCogne, di cui è direttore artistico dal 2016, ha scritto un libro sulla storia della canzone Bella ciao (add editore).
03 Ott 2020

Santuario della Consolata a Torino raccontato da Carlo Tosco

Perché il Santuario della Consolata è un luogo così importante per la storia della città di Torino? Lo scopriamo con Carlo Tosco che ci mostra e ci racconta i diversi strati di storia di questo edificio così ricco di tracce di diverse epoche: dall'età romana al medioevo, dall'età barocca all'ottocento. Carlo Tosco Architetto, è professore ordinario di Storia dell'Architettura al Politecnico di Torino e coordina il corso di laurea in "Progettazione delle aree verdi e del paesaggio". E' specializzato all' Università della Sorbona di Parigi, è stato direttore scientifico del Progetto Europeo Culture 2000: "The Holy Sepulchre Rotundas-European Itinerary", consulente storico per la candidatura UNESCO dei "Paesaggi vitivinicoli delle Langhe, Roero e Monferrato" e coordinatore delle indagini storiche per il progetto Europeo ALCOTRA Alpi Marittime-Mercantour. Ha pubblicato volumi e saggi sull'architettura del medioevo e sulla storia del paesaggio, tra i suoi lavori più recenti: Il castello, la casa, la chiesa. Architettura e società nel medioevo (Einaudi 2003); Il paesaggio come storia (Il Mulino 2006); Il paesaggio storico. Fonti e metodi di ricerca (Laterza 2009); Petrarca: città, paesaggi, architetture (Quodlibet 2011); I beni culturali. Storia, tutela e valorizzazione (Il Mulino 2014); L'architettura medievale in Italia (Il Mulino 2016); Le abbazie cistercensi (Il Mulino 2017); Storia dei giardini: dalla Bibbia al giardino all'italiana (Il Mulino 2018).
03 Nov 2019

Santuario della Madonna di Porto Salvo a Lampedusa raccontato da Antonio Taranto

Da millenni sull'Isola di Lampedusa in alcune grotte naturali che guardano a sud, vive il sacro. Antonio Taranto promotore dell'associazione culturale archivio storico di Lampedusa, ci racconta diverse fasi storiche di un angolo dell'isola ricco di verde e di incredibili leggende: il Santuario della Madonna di Porto Salvo . Di Antonio Taranto ricordiamo: "Breve storia di Lampedusa", Napoli, 2016
06 Ott 2019

Tempio di Santa Maria della Consolazione a Todi raccontato da Claudio Strinati

Il 15 Novembre 1508 alle porte di Todi viene posta la prima pietra del Tempio di Santa Maria della Consolazione. I lavori durarono più di un secolo e sono avvolti nel mistero. Con lo storico dell'arte Claudio Strinati visitiamo il Tempio, forse disegnato da Leon Battista Alberti. Da una parte questa immensa opera segna il limite tra Rinascimento e Protobarocco, dall'altra illustra: "quel meraviglioso passaggio tra città e contado che ha formato e fondato la nostra storia per secoli". Di Claudio Strinati ricordiamo alcuni recenti pubblicazioni: Il mestiere dell'artista. Dal Trecento al Seicento, Sellerio Editore Palermo 2014; Caravaggio alla fine del Rinascimento, Erreciemme Edizioni2017 e Raffaello per Scripta Maneant.