Vai al contenuto principale

Babele - Episodi - Puntate 2022

La domenica dalle 10.30 alle 10.32

Settimanale all'insegna del dialogo interreligioso. Islam, ebraismo, induismo, buddismo e tutte le confessioni religiose non cristiane trovano qui il loro spazio di approfondimento.

Lista episodi

27 Nov 2022

Puntata del 27/11/2022

Bentornati all'ascolto di questa nuova stagione di Babele, un programma condotto da Luciano Cozzolino, a cura di Laura Pepe. Regia di Massimo Quaglio. I sentieri della fede ci portano oggi in Qatar, dove si stanno giocando i mondiali di calcio tra mille polemiche, soprattutto riguardo il rispetto dei diritti civili in questo Paese del Golfo Persico. Polemiche che investono anche la questione della libertà religiosa. Ma perché in Qatar, dove ufficialmente c'è libertà religiosa, la comunità cristiana deve vivere praticamente nascosta e relegata in appositi distretti, senza poter mettere in evidenza alcun simbolo? E'l'interrogativo che si pone anche Porte Aperte/Open Doors, missione cristiana che supporta i fedeli perseguitati per la loro religione. Domanda che, ovviamente, abbiamo girato anche al mondo islamico. Francesca Sabatinelli ne ha parlato con Christian Nani, responsabile di Porte Aperte Italia e con Nader Akkad, Imam della Grande Mosche di Roma. E torniamo a Roma, dove dal 1988 opera il tavolo interreligioso, istituito con la firma di un protocollo d'intesa tra il Comune della capitale e ben 6 comunità religiose: Induismo, Buddismo, Ebraismo, Cristianesimo Riformato, Islamismo e Ortodossia. Nel 2011 si è costituito in associazione al fine di operare per la libertà di religione, il rispetto dei diritti umani e il dialogo interreligioso. E sono tante le iniziative in programma nei prossimi mesi. Antonella Romano ha sentito Angela Falà, Presidente del tavolo interreligioso di Roma. Buon ascolto.
9 min
26 Giu 2022

Puntata del 26/06/2022

Bentornati all'ascolto di Babele, un programma condotto da Luciano Cozzolino, a cura di Laura Pepe. Regia di Massimo Quaglio. I sentieri della fede ci portano oggi a Lampedusa in occasione della terza giornata del dialogo islamo-cattolico, organizzata dall'Ufficio nazionale per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso insieme alle maggiori comunità islamiche italiane. La scorsa settimana abbiamo ospitato il direttore dell'Unedi, don Giuliano Savina, e questa settimana ci occuperemo, per così dire, del punto di vista islamico in merito a queste importanti giornate. La nave laboratorio che ha portato le varie delegazioni a Lampedusa è partita infatti il 24 sera da Trapani, dove è tornata questa mattina. A bordo workshop, seminari, presentazioni, ma soprattutto conoscenza reciproca dei vari delegati, sia cattolici che musulmani: tutti operatori attivi di dialogo sul territorio, provenienti dalle diocesi e dalle varie comunità islamiche. Ascolto reciproco come punto di partenza del dialogo insomma, con uno scambio di esperienze a 360 gradi. Luciano Cozzolino ne ha sentito gli imam Massimo Abdallah Cozzolino, segretario generale della Confederzione islamica, l'imam Yayah Pallavicini, presidente della Coreis, la Comunità Religiosa Islamica, l'imam Nader Akkad, della Grande Moschea di Roma, centro islamico culturale d'Italia e l'Imam Yassine Lafram, presidente di Ucoii, Unione delle comunità islamiche d'Italia. Il numero degli sfollati in tutto il mondo, secondo le stime Onu, ha superato i 100 milioni. Tra loro ci sono i cristiani che fuggono dai propri paesi di origine a causa della loro fede che, anche da rifugiati, diventa motivo di persecuzione. A questo fenomeno è dedicato il report di Porte Aperte/Open Doors, presentato nei giorni scorsi. Francesca Sabatinelli ne ha parlato con Christian Nani, responsabile di Porte Aperte Italia. Buon ascolto.
11 min
27 Mar 2022

Puntata del 27/03/2022

Bentornati all'ascolto di Babele. I sentieri della fede, purtroppo, attraversano ancora i campi di battaglia, per raccontare le storie di pace come pure le tragedie umane causate dalla guerra in Ucraina. Tragedie che a volte riaprono capitoli di storia che pensavamo chiusi. Come gli ebrei in fuga da Odessa; di nuovo. Quasi un secolo fa nella città ucraina sul Mar Nero un abitante su tre era di fede ebraica. Poi, fra pogrom e persecuzioni, la comunità si è decimata, e ora la guerra ha provocato una nuova emorragia. Ci racconta tutto Valeria Fraschetti In queste settimane stiamo raccontando come le diverse fedi in Italia stanno cercando di aiutare i profughi ucraini. Anche l'Unione Buddista Italiana ha stanziato un milione di euro per essere al fianco di uomini e donne in fuga dall'orrore della guerra, di famiglie intere che hanno abbandonato la propria casa in cerca di un luogo sicuro dove stare. Francesca Sabatinelli ne ha parlato con Stefano Bèttera, capo comunicazione dell'Unione Buddista Italiana. E adesso i sentieri della fede ci portano a Roma, dove il Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo della Sapienza Università di Roma, in collaborazione con la Fondazione Roma Sapienza, da qualche anno organizza un ciclo di incontri con i rappresentanti di diverse comunità religiose italiane dal titolo "Le vie del dialogo interreligioso". Antonella Romano ha sentito il Professor Alessandro Saggioro, Docente di Storia delle religioni presso il Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte e Spettacolo della Sapienza Università di Roma. Conduce Luciano Cozzolino. A cura di Laura Pepe. Regia di Massimo Quaglio
10 min